Un libro testimonianza di Carmelo Bucca

Libro di Carmelo Bucca

In questo libro Carmelo Bucca racconta la sua favola, incredibile per come è nata, per come l’ha vissuta e per come la sta vivendo.
Qui racconta alcuni periodi della sua vita trascorsa in Irlanda e Inghilterra e gli incontri, le amicizie e gli affetti che hanno riempito la sua vita. Sono racconti in cui molti ragazzi di oggi possono riconoscersi. Lui e i suoi amici erano animati da desideri comuni, giocavano e sognavano come bambini. Bianchi, neri, cattolici o musulmani, in quei momenti insieme, si sentivano legati l’uno all’altro, non c’era né religione, né politica che li divideva. Sognavano un mondo diverso e migliore. L’inizio di questa storia è la vita intensa di un ragazzo normale, che vive con spensieratezza la vita ‒ come un eterno bambino sognatore ‒ ma che inizia anche a preoccuparsi per i mali del mondo.
Carmelo si trovò quindi ad affrontare le domande senza risposta sull’esistenza di Dio e sul perché della nostra presenza su questo pianeta:
Che cosa facciamo qui? Perché siamo su questo bellissimo pianeta? Perché c’è così tanto dolore nel mondo? A quale scopo? E di chi è la colpa di tutto questo?

 

Le risposte non arrivavano, ma iniziarono a verificarsi alcune coincidenze inspiegabili, quasi esclusivamente di tipo numerico, riferite all’orario 11:11, al numero 11 e all’1. Anche se quelle coincidenze gli apparvero subito sorprendenti, dapprima Carmelo non ci pensò più di tanto. Tuttavia ogni giorno si imbatteva sempre in qualcosa che lo spingeva a riflettere, e che a mano a mano si rivelava come qualcosa di più di una banale coincidenza. Questi eventi si verificarono per circa un mese, forse anche più, senza alcuna spiegazione apparente.
Potevano essere solo coincidenze?
Sentiva che intorno a sé stava accadendo qualcosa, ma non riusciva a capire cosa e a darsi una spiegazione logica. Piano piano si accorse che tutto quello che faceva nella vita era connesso a fattori numerici ben precisi.
E quanto stava avvenendo gli faceva provare emozioni e sensazioni molto forti, mai provate prima, in un crescendo sempre più intenso.
Finché una sera di agosto la sua vita cambiò radicalmente.
Si trovava nel suo appartamento di Londra a chiacchierare con due amici, quando si verificò un evento soprannaturale straordinario che lo proiettò in un’altra dimensione della percezione e della vita.
Da quel momento, gli eventi e gli incontri che si susseguirono superarono di gran lunga la sua comprensione umana e razionale, portandolo alla consapevolezza di vari fatti fondamentali dell’esistenza.
Grazie alla straordinaria esperienza di cui Carmelo Bucca è stato testimone, la sua vita ha completamente cambiato volto e direzione e lui ha intrapreso un nuovo progetto di vita.
Questo libro, oltre che una testimonianza unica su fenomeni ancora inspiegabili da un punto di vista strettamente scientifico, è un messaggio d’amore e di fratellanza, un invito a vivere la vita per quello che è: una favola straordinaria.

 

Intervista a Carmelo Bucca.
Ciao Carmelo, piacere di conoscerti, come prima domanda ti voglio chiedere della copertina. Com’è nata?

Dopo l’evento soprannaturale che ho vissuto è arrivata un’immagine nella mia mente, o forse era già dentro di me da tanto tempo… a quel punto dovevo solo trovare il grafico che l’avrebbe realizzata. La strada che vedi, man mano che cammini, s’illumina sempre più, finché arrivi a una luce intensa… quella luce appartiene a un’altra dimensione che dobbiamo far diventare nostra qui sulla Terra. In pratica, il passaggio dimensionale che stiamo vivendo. La quarta di copertina raffigura me quando avevo appena un anno… ed oggi.

Il tuo libro parla di viaggi e di incontri con persone bellissime.

I miei viaggi in Irlanda, Inghilterra, Danimarca e in altri Stati sono durati molti anni, perché in alcuni di questi luoghi ho vissuto diversi anni. Lì ho incontrato i fratelli e le sorelle del mondo, in quei momenti insieme non c’era né politica né religione che ci dividesse. Sognavamo un mondo diverso e migliore. Quel sogno un giorno diventerà realtà.

Carmelo, parlaci delle coincidenze che tu oggi chiami sincronizzazioni e che ti hanno portato a scrivere il libro 11:11 la vita, i sogni e l’energia dell’universo.

Nel periodo in cui mi capitò di fare una lunga serie di esperienze fuori del normale, quelle che dapprima pensavo fossero coincidenze si rivelarono poi essere vere e proprie sincronicità, nel senso che erano riferite a qualcosa di reale. Nulla succedeva e nulla succede per caso. Tre anni fa ho incontrato lo spirito che vive nell’universo e ho scoperto che alcune esperienze che vivevo erano parte di un messaggio d’amore proveniente dal cosmo, da Dio. Da quel giorno ho scoperto una miriade di altre cose e tutto nella mia vita è cambiato.

Nel tuo libro fai anche cenno a sfere di luce o globi luminosi… vuoi parlarcene?

Nei giorni seguenti all’evento soprannaturale mi sono accorto di una sfera di luce che stazionava nel cielo, non lontano da casa mia. Tramite avvistamenti ravvicinati, ho sentito vicina la loro presenza e non è stata certamente l’unica volta in cui mi è capitato.

Tu Carmelo sei legato a qualche religione?

Sono cresciuto cattolico come la maggior parte degli italiani, oggi sono solo con Dio e con l’amore universale. Per Dio è sufficiente agire col cuore e operare per il bene, Dio come noi tutti sappiamo, è uno solo, e non guarda a quale religione o dottrina appartieni. È importante uscire dagli schemi preconfezionati che ci stanno condizionando.

Nel tuo libro parli dei cerchi nel grano. Cosa sono per te?

I cerchi nel grano, chiamati anche crop circle, quando autentici sono messaggi spirituali provenienti da esseri che non sono ancora stati identificati. Questi messaggi e i loro contenuti vengono sottovalutati dai sistemi politici e religiosi… perché danno fastidio. Ci sono prove scientifiche le quali attestano che i crop circle autentici sono opera di intelligenze superiori alla nostra. Credo che questi oggetti siano rivolti alla nostra evoluzione e quindi il nostro passaggio a una dimensione nuova dell’esistenza e a una nuova consapevolezza.

Quindi secondo te nell’universo c’è un progetto divino?

C’è un disegno divino ben definito che un giorno si completerà secondo le leggi divine.

Cos’è per te la morte?

La morte non esiste… è stata inventata dalle religioni per metterci paura. La verità è il nostro spirito, è la nostra anima. Il cuore ti parla… e parla sempre più forte di qualunque cosa possa pensare il cervello. Quale sarebbe stato lo scopo di Dio nel crearci mortali? Noi come Dio siamo immortali.

www.carmelobucca.com



Lascia un commento

Quanto fa 5 + 6 ?
Please leave these two fields as-is:
Per procedere ti chiediamo di rispondere a questa domanda di matematica, così sappiamo che sei un essere senziente...


Hide me
Iscriviti alla Newsletter e ottieni il 10% di sconto sui servizi editoriali!
Indirizzo email: Tua email dove inviare la newsletter (max 2 invii mensili).
Ai sensi del d.lgs. 196/2003: a) titolare del trattamento è Bozze Rapide di Beniamino Soressi, 29027 Podenzano (PC), Via Zanaboni 12 b) responsabile del trattamento è Beniamino Soressi (stesso indirizzo) c) i Suoi dati saranno trattati (anche elettronicamente) solo da incaricati autorizzati, e solo per inviare la newsletter e informazioni sulle iniziative del Titolare; d) la comunicazione dei dati è facoltativa, ma in mancanza non potremo evadere la Sua richiesta; e) ricorrendone gli estremi, può rivolgersi all'indicato responsabile per conoscere i Suoi dati, verificare le modalità del trattamento, ottenere che i dati siano integrati, modificati, cancellati, ovvero per opporsi al trattamento degli stessi e all'invio di materiale. Preso atto di quanto precede, acconsento al trattamento dei miei dati.
Privacy Acconsento al trattamento dei miei dati personali (decreto legislativo 196 del 30/Giugno/2003)
Show me
Build an optin email list in WordPress [Free Software]