• 6798.jpg

    Due Montagne

  • AlexanderGalbur avatar
  • Sarà stato per il caffè che ci siamo presi, seduti al tavolino del bar. Per qualche minuto siamo rimasti l'uno di fronte all'altra, poi è arrivato il cameriere e io l'ho guardata con maggiore attenzione e solo allora ho capito tante cose. Ho capito che non eravamo fatti uno per l'altra, ho capito che ci siamo cercati in diversi parti di noi stessi e non ci siamo mai trovati. Ci siamo cercati nei vestiti, negli occhi, nelle scarpe, nelle sciarpe, nei calzini, nella scelta dei preservativi, nell'intimo più intimo. Ci siamo persi nei giochetti sporchi, lo scambio di coppia, i locali bui, i centri massaggi, la pornografia, i cazzi di gomma, le spirali pungenti. Ora tutto sembra inutile, forse non abbiamo più voglia di cercare, di scoprire, di scavare, di andare a fondo, insomma mi domando ma dove si trova il fondo. Oggi il caffè era più amaro del solito, più bollente ed estraneo. Il colore era nero, non riuscivo a capire quante bustine di zucchero avrei dovuto mettere per addolcirlo. Volevo che piovesse con gocce di zucchero, volevo che nevicasse, sullo stesso caffè. Così mescolai per qualche minuto, cercai di concentrarmi su quella stupida azione, mentre lei era di fronte, mi guardava, mi parlava, poco, sempre poco, sempre meno. Piano piano spariva, pur essendo ancora lì, di fronte. Spariva come la luna dietro le nuvole, riappariva a malapena. Mi sentivo di troppo, trasparente come un vetro. La ascoltavo, la guardavo ma lei non mi vedeva. Tutte e due avevamo il desiderio di fuggire. Ci sentivamo due montagne, una di fronte all'altra, e nessuna delle due riusciva ad attraversare l'altra. Mi dicevo:"capita". Capitò. Capitò davvero e quando capita è proprio così, diresti solo in culo alla balena o no, è capitato e fa male.
    Non disse esattamente quelle parole che si dicono di solito, non disse il perché, non disse nulla di nulla, io non aggiunsi altro. Contava il comportamento, evitava i miei occhi, evitava le mie mani, evitava i miei piedi sotto il tavolo, evitava il mio cercarla lì, tra le righe, seduti al tavolo a sorseggiare il caffè. Pochi istanti prima sembrava che avessimo ancora un futuro, leggero, traballante, tanto sesso, di nuovo scambio di coppia, giochini erotici, di nuovo sesso, una cosa a tre, una cosa a due, una cosa a cinque e così via ma il via era via e non lì a quel tavolino. Una miriade di caffè, caffeina per tenerci svegli notti, notti lunghe ed intense.
    Ora siamo incerti, ci domandiamo se è davvero quello che desideriamo. Ci vergogniamo, un pochino, è evidente dopo tutte quelle notti, dopo tutte quelle facezie scostumate.
    E' strano, quando ci si lascia, ci si estranea da se stessi, si diventa sconosciuti. Credo di non conoscermi ancora abbastanza e si mi rifletto nell'acqua il volto ondeggia come un pezzettino di carta gettato da un passante. Così bevevo il caffè non con me, così lei beveva il suo ma non con lei, e neppure con me. Non so chi ha deciso cosa e non so se sono cose che si decidono. Entrambi sappiamo che appena finito il caffè, si sarebbe alzata, mi avrebbe voltato le spalle, non mi avrebbe salutato e sarebbe sparita per sempre. Nel nulla. Forse cambierà città ed io forse diventerò una donna. In fondo si guadagna bene, sempre di più.
    Non capivo se quello era un vuoto o un punto nero. Non capivo se quello che mi lasciava era solo l'amaro del caffè in bocca oppure anche l'amaro nel mio cuore. Magari avrei dovuto fermarla, magari dovevo offrirle un altro caffè, ma non lo feci. Non so, magari il caffè era finito, le tazze erano sporche e bisognava lavare per bene ma ci vorrà del tempo e non sarà abbastanza. I nostri vestiti puzzano, hanno un odore particolare, pure la pelle puzza. Non so di cosa, magari puzzasse solo di caffè, ora avremo più dignità ed orgoglio di guardarci, di parlare, di bere il caffè e risistemare tutto quello che era rimasto sospeso nei silenzi di vuoto e vergogna.
    • share Due Montagne to delicious
    • tweet Due Montagne
    • share Due Montagne to facebook
    • stumble Due Montagne
    • digg Due Montagne
    • add Due Montagne to mixx
    • add Due Montagne to reddit
    • add Due Montagne to yahoo buzz
    • share Due Montagne to google bookmarks
Valid XHTML  •  Valid CSS  •